Automobilismo d'epoca 06-2018

| SALONI | Verona Legend Cars

L’altra Arena Alla quarta edizione cresce la qualità dell’esposizione. Ma per ora il grosso richiamo viene dall’area esterna, dove si fronteggiano i campioni dei Rally, e dai raduni dei club che portano molte auto T ESTO E FOTO DI M ICHELE D I M AURO

Q uest’anno la comunicazione uffi- ciale di Verona Legend Cars, an- data in scena dal 4 al 6 maggio, sottolineava le “tre anime di un salone di altissima qualità”: il collezioni- smo, con 1350 auto in vendita, i ricambi- sti e i restauratori; la presenza di club e re- gistri, con una massiccia presenza di radu- ni di marca e modello, ospitati in un padi- glione dedicato; dulcis in fundo, il circuito

di un chilometro circa, realizzato in colla- borazione con ACI Verona, teatro al saba- to dell’inedito Trofeo Verona Legend Cars e alla domenica della ormai consueta “Sfi- da dei Campioni”. Qualità Alla cerimonia di apertura del Salone, pre- senti il sindaco di Verona, il dott. Leanza di Aci Storico e Miki Biasion, tra i promotori

della “Sfida dei Campioni”, il patron Mario Baccaglini ha evidenziato come la rassegna scaligera vada consolidando la sua identità di evento di rilievo nel panorama fieristico nazionale, posizionandosi alle spalle di Au- to e Moto d’Epoca a Padova, con cui condi- vide l’organizzazione targata Intermeeting srl. Padova è stata tirata in ballo più vol- te per ricordarne gli esordi difficili, quan- do non si poteva prevedere che diventas-

12

Made with FlippingBook - Online Brochure Maker